My favourite Things

Girls in white dresses with blue satin sashes
Snowflakes that stay on my nose and eyelashes
Silver white winters that melt into springs
These are a few of my favorite things

(Versione cantata da Sarah Vaughan)


Una delle cose che più è mancata a Chiquita Madame durante i lunghi mesi di isolamento è stata… vestirsi.
Nonostante gli anni siano passati e certe curve del suo corpo si siano modellate rivelando una silhouette più da donna che da scoiattolo secco, la passione per il ‘se-bien habiller’ non ha mai smesso di alimentare le fantasie di Chiquita Madame, dettare le condizioni delle sue uscite finanziarie e sì, anche scandire il susseguirsi delle stagioni nell’attesa di poter acquistare quel capo, oppure quell’altro.

Ebbene, durante i lunghi mesi di reclusione Chiquita Madame, per la prima volta nella vita ha scoperto di non avere il guardaroba giusto. Non esistevano pantaloni della tuta nel suo armadio o un abbigliamento consono al semplice restare a casa. Perché, diciamoci la verità, le occasioni di poter oziare, in questi lunghi anni le sono mancate. La vita degli ultimi 4 anni è stata vissuta sempre con la valigia in mano scandita da una costante e febbrile corsa al treno, alla ricerca del binario giusto, del volo non in ritardo e dell’albergo senza moquette. Pertanto quando il destino ha deciso che per l’umanità tutta, e quindi anche per Chiquita Madame, era arrivato il momento semplicemente di restar seduti, lei non era pronta.
E’ uno dei grandi difetti di Chiquita Madame che quando le cose della vita accadono e lei non le aveva previste, perché mica è Sibilla Cooman e, quindi, è alquanto normale, giusto e sacrosanto che pure lei peschi ogni tanto la ‘carta degli imprevisti’, le viene l’orticaria se non riesce a metterci subito una toppa.
’sto giro, per tutta una serie di ragioni del Karma, del mondo e del destino Chiquita s’è dovuta fermare e imparare ad accettare che una volta per tutte, non può aggiustare ogni cosa e che ahilei! doveva semplicemente starsene ferma e accettare di non avere l’outfit giusto.

E così è andata, fino a che non hanno riaperto i negozi online, ovviamente.
Adesso un cassetto dell’armadio è riservato al tema ‘come affrontare l’Apocalisse dignitosamente vestiti pur restando comodamente sdraiati sul divano’.
Intanto, a ogni uscita nel dubbio, ha deciso di sfoggiare un vestito diverso, che qui non si sa mai, metti che ricominci tutto da capo, Chiquita Madame al suo guardaroba un giretto gliel’ha fatto fare pure quest’anno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...